Senti che bel vento...... si cambia!

Senti che bel vento...... si cambia!

21/02/18

Nuova viabilità in centro storico


Si studia la nuova viabilità del centro storico. Affidato all’ingegner Alberto Novarin di Udine l’incarico dell’aggiornamento dello studio sul traffico e viabilità. A comunicarlo é l’assessore ai Lavori pubblici e viabilità Massimiliano Paravano, spiegando che l’attuale amministrazione ha ritenuto necessario su sollecitazione dei cittadini mettere mano alla viabilità del centro paese e all’ormai superato studio del traffico risalente al 2004 «e di conseguenza adeguare la viabilità del centro alle reali esigenze di oggi in particolare i punti nonché le aree caratterizzati da maggiore criticità. 

È doveroso rivedere l’attuale viabilità – afferma – perché molti cittadini hanno più volte segnalato la scarsa efficacia degli attuali percorsi soprattutto in relazione ai parcheggi e durante il transito in centro di veicoli di grandi dimensioni; necessita quindi trovare le giuste soluzioni per rendere fluido il traffico veicolare e al contempo garantire la sicurezza per cicli e pedoni; questa operazione non sarà affatto facile data la conformazione urbanistica del centro storico di Muzzana con vicoli e strade molto strette e perimetrate da un’edificazione molto densa e compatta».

Lo studio riguarderà esclusivamente la zona del centro urbano e le connessioni con la viabilità circostante. Il piano comprende una fase di analisi e raccolta dati, la verifica delle strategie di pianificazione, le soluzioni e le ipotesi di intervento a breve, medio e lungo termine delle soluzioni con relativi costi.

Il sindaco Cristian Sedran evidenzia che la redazione dello studio rappresenta un occasione per lo sviluppo ordinato del centro urbano e delle attività, oltre che della componente urbanistica ed edilizia, migliorando l’impatto acustico e complessivamente la fruibilità, la vivibilità ed il benessere in favore dei residenti. 

(Messaggero Veneto, 18/2/2018
f.a.) 

19/02/18

Scuola, lavori conclusi


Conclusi i lavori di riqualificazione ed efficientamento energetico del plesso scolastico di via Stroppagallo a Muzzana. L’intervento, realizzato dalla ditta Galletto Impianti di Latisana è stato possibile grazie alla legge regionale sulla conversione contributiva per la quale il Comune di Muzzana ha ottenuto un contributo di 535 mila euro. Soddisfatto l’assessore comunale ai lavori pubblici Massimiliano Paravano che spiega come questo intervento fosse atteso da tempo per offrire alla comunità una scuola che rispondesse alle attuali esigenze ed erogare così un servizio migliore ai fruitori del plesso.

Per questo motivo l’attuale amministrazione si è da subito attivata per trovare il giusto canale di finanziamento e reperire le risorse indispensabili per realizzare la riqualificazione, manutenzione, adeguamento ed efficientamento energetico della scuola. «I lavori – afferma l’assessore –, hanno previsto l’installazione di un impianto fotovoltaico in copertura per rendere l’edificio energeticamente autonomo, compresa la sostituzione della guaina deteriorata, la costruzione di un nuovo locale cucina a norma e il restayling dell’intero edificio mediante tinteggiatura esterna e sostituzione dei frangisole deteriorati, con l’obiettivo di offrire ai bambini un luogo più salubre, confortevole, sicuro e funzionale dove studiare». Il sindaco Cristian Sedran, si complimenta per la conclusione dei lavori alle scuole ed evidenzia l’impegno di questa amministrazione nell’investire importanti risorse a favore del mantenimento in efficienza del patrimonio immobiliare comunale e in particolare di quello scolastico.

(Messaggero Veneto,  15/2/18, f.a.)

12/02/18

Restaurata la scuola materna: più sicurezza e nuovi spazi

A sessant'anni dalla posa della prima pietra dell’asilo avvenuta il 9 marzo del 1958, è stata inaugurata la scuola dell'infanzia dopo i lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento normativo in materia di sicurezza. I lavori sono stati possibili grazie a un contributo di 306 mila euro a fondo perso erogato dalla Regione ai quali il Comune di Muzzana ha compartecipato con ulteriori 34 mila euro. L’intervento si è reso necessario causa la vetustà dell’edificio e degli impianti tecnologici e per le grandi dispersioni termiche.

«Ci siamo attivati- spiega il sindaco Cristian Sedran- per reperire le risorse utili a realizzare le opere a seguito della rinnovata convenzione con la parrocchia per l’utilizzo decennale della struttura che ha l’obiettivo condiviso di adeguare e migliorare in termini di fruizione e risparmio energetico la scuola dell’infanzia. L’asilo adesso è un luogo più confortevole, salubre, sicuro e al contempo funzionale per i bambini con degli spazi che sono stati ripensati per potenziare la ricettività dei servizi e sostenere la continuità del percorso educativo e scolastico».

Soddisfatto l’assessore ai Lavori Pubblici Massimiliano Paravano che ricorda come i lavori hanno interessato la sostituzione dell’impianto di riscaldamento a radiatori con uno a pannelli radianti a pavimento, la posa di nuove pavimentazioni interne colorate con il rifacimento dei solai di calpestio, la coibentazione esterna delle coperture piane per evitare dispersioni di calore verso l’esterno, la sistemazione del locale servizi igienici, la predisposizione dei locali lavanderia e deposito, la realizzazione del locale scodellamento al posto della precedente cucina non più a norma di legge, la sostituzione dei serramenti interni e la tinteggiatura di tutti i locali. 

(Messaggero Veneto, 11/2/18, f.a.) 

19/01/18

Lavori finiti, riaperta la scuola dell’infanzia


É stata riaperta l’8 gennaio la scuola dell’infanzia dell’area parrocchiale dopo i lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento normativo in materia di sicurezza, per la gioia dei bambini che hanno trovato un asilo rimesso a nuovo, più confortevole e colorato. I lavori sono stati resi possibili grazie ad un contributo di 306 mila euro erogato dalla Regione ai quali il Comune di Muzzana ha partecipato con ulteriori 34 mila euro.

A comunicarlo è l’assessore comunale ai Lavori pubblici Massimiliano Paravano, ribadendo che «l’intervento era necessario data la vetustà dell’edificio e degli impianti e per le grandi dispersioni termiche per cui il Comune in sinergia con la parrocchia si è impegnato nel cercare un canale di finanziamento e reperire così le risorse utili all’esecuzione delle opere con l’obiettivo di adeguare e migliorare in termini di fruizione e risparmio energetico la scuola dell’infanzia».

In sintesi, i lavori hanno interessato la sostituzione dell’impianto di riscaldamento a radiatori con un nuovo riscaldamento a pannelli radianti a pavimento, la posa di nuove pavimentazioni interne, la coibentazione esterna, la sistemazione del locale servizi igienici, la predisposizione dei locali lavanderia e deposito, la realizzazione del locale scodellamento al posto della cucina e la tinteggiatura di tutti i locali interni. Si è anche approfittato per spostare l’ingresso dell’asilo sul lato parcheggio zona ambulatori, per rendere così l’operazione di ingresso ed uscita dei bambini più agevole e sicura. 

«Approfitto per ringraziare a nome di tutta l’amministrazione comunale le maestranze intervenute dagli artigiani locali, alle ditte e soprattutto i volontari di I Love Muzzana assieme ai migranti ospiti della nostra comunità per l’impegno profuso e il fondamentale contributo utile a concludere i lavori in tempi accettabili e diventando così protagonisti di questo successo ed a breve comunico che verrà anche organizzata una meritevole cerimonia di inaugurazione».

«L’intervento- ricorda il sindaco Cristian Sedran - conferma il costante impegno dell’amministrazione comunale nell’investire risorse sul patrimonio immobiliare comunale in particolare su quello scolastico fermamente convinta dell’importanza del ruolo svolto dalla scuola sul territorio».

(Messaggero Veneto, 16/1/18
F.A.)

16/01/18

La raccolta differenziata arriva al 70 per cento

Nella raccolta differenziata dei rifiuti il Comune di Muzzana raggiunge il 70% per il 2016 mantenuto nel corso degli ultimi anni (confermato e rafforzato anche per il 2017) che si inserisce in un preciso programma a lungo termine che ha lo scopo di consolidare la percentuale di raccolta differenziata. 

«Questo risultato è stato possibile – commenta soddisfatto l’assessore Massimiliano Paravano – grazie all’educazione civica e ambientale dei cittadini di Muzzana, alla riorganizzazione di alcune postazioni di cassonetti e al potenziamento del centro di raccolta comunale di Via Moretton che è aperto all’utenza il mercoledì dalle 14 alle 17 (invernale) e 16 alle 19 (estivo) e il sabato dalle 9 alle 12, ma anche dai progetti di educazione ambientale proposti dalla Net Spa e rivolti alle locali scuole. Ulteriori informazioni per conferire correttamente le varie tipologie di rifiuti nei cassonetti sono reperibili dagli opuscoli predisposti dalla Net Spa o visitando il sito http://www.netaziendapulita.it». Paravano si dice però rammaricato dal «comportamento incivile di pochi maleducati» che scaricano rifiuti al di fuori dei cassonetti sporcando le postazioni o abbandonando elettrodomestici o lastre di amianto ai bordi di strade di campagna svilendo e vanificando così lo sforzo e le buone pratiche della maggior parte dei cittadini. In questi casi il Comune è chiamato a intervenire sostenendo la spesa dello smaltimento che poi ricade sui cittadini. «Per contrastare il fenomeno – dice – l’amministrazione ha attivato la polizia locale chiedendo di intensificare i controlli sul territorio sia in area urbana che in zona agricola: a breve entreranno in funzione le fototrappole acquistate dal Comune per individuare i responsabili di questi comportamenti che si configurano come reati e quindi sanzionabili».
 (Messaggero Veneto, 13/1/17
f.a.)

21/12/17

Nuove luci e tetto nuovo per la palestra comunale a Muzzana

Nuove luci a Led e manutenzione del tetto per la palestra comunale: costo totale dell’intervento 11 mila euro, eseguito da ditte specializzate del settore. 

Al via dunque i lavori di sostituzione delle luci della palestra di Via Stroppagallo. L’amministrazione comunale ha recepito le richieste avanzate dalle numerose associazioni sportive che usufruiscono della struttura sportiva di Via Stroppagallo e individuato le necessarie risorse in bilancio per dare una concreta ed efficace risposta mettendo in atto la sostituzione di tutte le luci della struttura sportiva e la manutenzione della copertura.

Soddisfatto l’assessore ai lavori pubblici Massimiliano Paravano che informa che a partire da lunedì 11 dicembre verranno avviati i lavori che porteranno alla sostituzione delle attuali luci della palestra comunale ormai obsolete ed energivore con nuove luci a Led che oltre ad una migliore resa in termini di illuminazione del campo da gioco consentiranno anche un significativo risparmio energetico ammortizzando di fatto il costo dell’intervento.

“Si coglierà l’occasione- spiega Paravano- anche per effettuare una rapida manutenzione alla copertura dell’immobile rimasta danneggiata durante gli ultimi intensi eventi atmosferici dell’agosto scorso e che causavano lievi infiltrazioni di acqua. Questo intervento denota la sensibilità dell’attuale amministrazione comunale nell’investire risorse
per aumentare e migliorare la fruibilità e qualità degli edifici pubblici in favore dei cittadini e delle tante associazioni presenti sul proprio territorio”. I risparmi che si otterranno dalla sostituzione della lampade, verranno reinvestiti in servizi per i cittadini. 


(f.a. Messaggero Veneto 14/12/2017)

06/12/17

Partono i lavori in cimitero Nuovi accessi per i visitatori

Partono i lavori in cimitero a Muzzana del Turgnano: da oggi interdetto l’accesso all’area denominata A1.

Dopo il recente intervento di esumazioni nel cimitero del capoluogo, il Comune dà avvio ai lavori di estumulazione ordinaria del blocco loculi A1.

A comunicarlo è il sindaco Cristian Sedran, ricordando che i lavori, con inizio il giorno 4 dicembre, verranno eseguiti dalla Cooperativa Noncello di Roveredo in Piano per l’importo complessivo di euro 34.600.

«L’intervento - commenta l’assessore ai lavori pubblici Massimiliano Paravano - si è reso necessario a causa della vetustà del corpo loculi e si sostanzia in 70 estumulazioni ordinarie, rimozione e sostituzione delle lastre in marmo e degli elementi di fissaggio, sanificazione, riparazione delle parti danneggiate e pulizia dei loculi e dell’area circostante».

«Il blocco loculi A1 e l’area circostante per tutta la durata delle operazioni – prosegue l’assessore ai lavori pubblici – sarà confinata e interdetto l’accesso”.

Paravano rileva che è finalizzato ad una corretta ed oculata gestione del cimitero e va ad aggiungersi ad una serie di lavori già realizzati negli ultimi mesi come la piantumazione di nuovi cipressi lungo il lato est, l’abbattimento e la messa in sicurezza dei cipressi pericolanti esistenti nonché la manutenzione 
del muro di cinta e la tinteggiatura dei loculi.

I lavori proseguiranno nel 2018. All’inizio del prossimo anno verrà invece riqualificato e manutenzionato l’intero impianto di illuminazione per assegnare a questo luogo il necessario decoro.(f.a.)